Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Lezioni di quoting

Dal newsgroup:it.hobby.umorismo*, se qualcuno conosce l'autore può inviarmi il nome così lo inserisco.

------------------------------------------------------
*Corso di Quoting*
Satanica Editori
Livello 1 (principianti)
------------------------------------------------------
* 1- Introduzione *
Molti di voi, comprando questo libro, si saranno posti la stessa domanda: 'azzo è 'sto quoting? Beh, vi rispondo subito: se aveste saputo cos'è il quoting, non avreste buttato via questi soldi; detto in altri termini, il quoting è una cosa la cui traduzione in italiano richiederebbe 5 paragrafi più un'appendice ma che in inglese si può esprimere con una sola parola (quoting, appunto) e siccome siamo in Italia ma tutto il mondo è paese e siamo milioni e viva la globalizzazione hip-hip-hurrà, usiamo anche noi questo simpatico termine per definire l'arte di rispondere ad un post citando parte del messaggio a cui si sta rispondendo ma facendolo in modo che la risposta si distingua facilmente dalla domanda (NB: in questo contesto, il termine 'domanda' è inteso come un qualcosa al quale segue qualcos'altro che può essere definito come 'risposta', seppure nella 'domanda' non compaia alcun punto interrogativo nè frasi del tipo "questa era una domanda anche se non c'era il punto interrogativo").
Seppure il concetto di quoting appaia scontato e di facile comprensione, non è infrequente che da alcuni post emerga l'incapacità di certi soggetti di rispondere alle 'domande' in modo opportuno senza causare fastidi agli altri.
Scopo di questo testo è spiegare i principi e le tecniche di quoting, e minacciare in maniera molto sottile coloro i quali intendono persistere nell'incasinare Usenet e nel far girare le palle a chi per decifrare un post deve prendersi un giorno di ferie.*

* 2- I principi di base *

Usenet è un bel posto. Davvero. Sì, è pieno di troll e di spammers e di altra gente strana che nella vita reale sembra a posto ma che davanti ad una tastiera vomita getti di stronzate represse e accumulate giù in fondo allo stomaco, ma dopotutto nessuno è mai morto di spam. O almeno non esistono prove.
Insomma, ci si vive bene. A patto di capirsi. Ora, il quoting è la chiave. La chiave x capirsi, intendo. Certo, anche conoscere un po' di italiano non guasta, ma è un argomento che va ben oltre lo scopo del presente testo (NdC: per approfondire le proprie conoscenze della lingua italiana, consultare lo Zingarelli e/o ripetere la quinta elementare).
Ma cos'è realmente il quoting? Se vi state ponendo questa domanda, significa che non avete letto il precedente capitolo, quindi fanculo, io non ripeto. La vera domanda è: COME si quota?
Ebbene, esistono varie scuole di pensiero, ognuna delle quali adotta un proprio metodo di quoting. Nei seguenti capitoli verranno illustrate le varie tecniche, complete di esempi illuminanti. Leggete e studiate, in futuro vi servirà.

* *3- Le tecniche* *
Le principali tecniche di quoting sono:
a) top-quoting
b) bottom-quoting (volgarmente detto butt-quoting)
c) stepbystep-quoting
d) random-quoting
e) null-quoting (altresì chiamato whats-quoting?)
f) mess-quoting
g) fuckyoubastard-quoting
Andiamo ad illustrarle una ad una.

* *3.1- Top-quoting* *
Questa tecnica consiste nell'inserire la propria risposta prima della parte quotata. Esempio:
Sì, te la do
*Ho un gran mal di testa
*Mi dai un'aspirina, per favore?
(le righe che iniziano con * sono quelle quotate)
Ecco, come vedete in questo modo si può creare confusione nel lettore, il quale leggendo la risposta ('sì, te la do') ha subito l'impressione di essere capitato in un figa-shop, dove il prodotto va al miglior offerente, mentre leggendo la 'domanda' (si ricordi il senso in cui viene inteso tale termine in questo contesto) risulta ovvio come si sia giunti alle conclusioni sbagliate.
Per questo tale tecnica, seppure molto usata, è sconsigliata.

* * 3.2- Bottom-quoting* *

Il butt-quoting è l'esatto contrario del top-quoting, ovvero la risposta viene inserita dopo la parte quotata.
Esempio:
*Lo sai che sei proprio zoccola?
Sì, te la do
Come si può osservare nell'esempio, il post assume le caratteristiche di un discorso lineare, in cui domanda e risposta si susseguono in un ordine logico.
Questa è la tecnica preferita dai veterani, i quali si incazzano a morte con chiunque ne usi una diversa.


Questa tecnica è molto simile al butt-quoting, in quanto anche in questo caso la risposta si trova dopo le righe quotate; la differenza sta nel fatto che nello stepbystep le 'domande' sono multiple, e quindi anche le risposte si susseguono nello stesso modo.
Esempio:
*E' da tanto tempo che ci conosciamo
'nsomma, saranno sì e no 10 anni
*e io non so come dirtelo ma...
in italiano, magari?
*sono mesi che non trombo
il che è comprensibile
*Me la dai?
Sì, te la do
Questa tecnica è in alternativa alla precedente.
Spesso risulta necessaria per la comprensione del discorso.

** 3.4- Random-quoting* *

Ecco, questa è una di quelle tecniche che solitamente usa chi pensa che Usenet sia un prodotto sturacessi e che un post sia quell che trov sempr occupat quand vai al cinem. No, cari lettori, il random-quoting è MALE.
Esempio:
*me la dai?
solo se me lo chiedi
per favore
*giuro che poi te
*la restituisco ti ho detto di no
non sono mica
una zoccola *sono disperatooo!!
Datemi retta, se proprio dovete fare casino, si ottiene un risultato migliore sbattendo la tastiera per terra e ballandoci sopra la macarena.

* *3.5- Null-quoting* *

Il null-quoting, secondo recenti studi, è la seconda causa di ulcera gastrica nei paesi civilizzati e anche in Italia. Fare null-quoting, come il termine lascia intuire, significa non quotare affatto.
Non fatelo.
Esempio:
Sì, te la do
Ora: questa è la risposta a QUALE domanda?
Per scoprirlo, bisogna andarsi a rileggere i post precedenti, il che non sempre è facile, soprattutto per i nuovi utenti ai quali nessuno ha ancora spiegato cosa diavolo è un thread.
Ripeto, non fatelo. In caso contrario, tenete presente che da qualche parte in rete c'è qualche internettaro che sta morendo di emorragia allo stomaco.

* * 3.6- Mess-quoting* *

Il mess-quoting è tipico di chi non rimette mai in ordine la propria casa e quando cucina rischia di amputarsi una mano con il guscio di un uovo rotto. Tipico dei casinisti, insomma. Significa quotare senza criterio, ignorando il fatto che ognuno ha una propria logica interiore e che quello che scrive non può essere decifrato da tutti.
Esempio:
*e sai cosa ti dico? fottiti
ma achi ha idetto fotito ibmecillw
*xchè se credi che io te la dia...
vhi caxxo ti h adetto ch ela volgio. zovvola
*...sei proprio un coglione
colgiome l'ho dicia tia sorelka!"
Beh, in effetti questa tecnica è tipica + che
altro dei dislessici e ha poco a che fare con
il quoting vero e proprio, ma è comunque molto
diffusa e ci è sembrato giusto accennarne.

* *3.7- Fuckyoubastard-quoting* *

Recenti studi hanno dimostrato che questa tecnica
è la prima causa di ulcera gastrica tra gli utenti
esperti (seguita dal null-quoting).
Il concetto è semplice: l'utente risponde ad un
lunghissimo messaggio quotando TUTTO il messaggio
(spesso di tratta di un allegato) e rispondendo
per altro con 2 inutili righe.
Esempio:
*Nel mezzo del cammin di nostra vita...
[segue tutta la Divina Commedia comprensiva
di spiegazioni a fronte]
Hey, guarda che siamo su un NG di barzellette!
Chiaro, no?

* * 4- Conclusioni* *
Il quoting è qualcosa di utile e potente, ma va usato con moooolta cautela e coscienza, non lasciate che la pigrizia prenda il sopravvento, rendete la vita + facile agli altri, in modo da allungare la vostra.
In hoc signo vinces.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)