Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Mappatura oggetto

Questo plugin, presente in filtri / mappatura / oggetto map, permette di "mappare" un'immagine ad un piano, cubo, sfera o cilindro (in pratica la trasforma in uno di questi oggetti).
I risultati ottenibili, partendo semplicemente da un'immagine rossa di 100x100 px, sono i seguenti:

risultati

Cerchiamo, però, di capire come funziona questo splendido plug-in. L'interfaccia presenta due zone: quella di sinistra con l'anteprima dell'immagine e quella di destra con una serie di quattro (a volte cinque) schede che ci permettono di configurare ogni aspetto del plugin. Vediamola nel dettaglio partendo dalla zona sinistra: qui possiamo trovare una zona dedicata all'anteprima dell'immagine, come ho detto sopra, un pulsante che ci permette di aggiornare l'anteprima (), due pulsanti per zoomare sull'anteprima () e una voce (mostra Anteprima Wireframe) che, se attivata, visualizza delle linee per permetterci di capire le modifiche che stiamo compiendo senza visualizzare necessariamente un'anteprima, che è un'operazione a volte lenta soprattutto per i cubi.

Passiamo ora alla zona destra e analizziamo le schede ivi contenute singolarmente:

Opzioni

In questa scheda possiamo scegliere il tipo di oggetto in cui trasformare l'immagine iniziale, è possibile scegliere tra piano, sfera, cubo, cilindro.
Sempre da questa scheda possiamo scegliere di rendere lo sfondo trasparente, di moltiplicare i piani per farli sembrare infiniti (area sorgente immagine), di creare una nuova immagine e quindi di non alterare quella iniziale, di attivare i suggerimenti e l'antialiasing, quest'ultima opzione elimina l'effetto scalettato che si può ottenere lavorando con le immagini digitali..

Luce

In questa scheda possono essere impostate le opzioni relative al tipo di sorgente luminosa: punto luce, luce direzionale e nessuna luce.
Nel caso del punto luce può esserre scelta la posizione del punto, se rimpiccioliamo l'immagine (zoom nella zona di sinistra) vedremo un punto blu che potremo tracinare per decidere dove posizionare la luce. Nel caso della luce direzionale dovremo impostare la direzione del vettore luce.
Inoltre se è attiva una sorgente luminosa possiamo anche sceglierne il colore cliccando sul pulsante colorato.

Materiali

Nella scheda Materiali potremo definire alcuni parametri che influenzeranno caratteristiche dell'ambiente e dell'oggetto come la riflessività del materiale, in questo modo il risultato dell'elaborazione sarà più simile oll'oggetto reale. L'impiego di questa scheda non è molto intuitivo, comunque le sfere ai lati dei valori ci permettono di capire in che modo cambierà l'oggetto variando questi parametri.

Orientazione

In questa scheda possiamo definire la posizione dell'oggetto nell'immagine e la rotazione dello stesso, per entrambi ciò può avvenire sui tre assi (xyz). Se è attiva l'opzione "mostra Anteprima Wireframe" nella scheda Opzioni, vedrete i cambiamenti "in diretta".
Ecco uno screenshot con l'anteprima wireframe attiva:

Cubo / cilindro

Queste schede appaiono solo se nella scheda opzioni si è scelto un cubo o un cilindro come oggetto a cui mappare. In questa scheda ci sono diverse opzioni che permettono di scegliere diverse immagini da applicare alle diverse faccie delle figure.

Esempi

Argomenti correlati

Sfera di marmo

Il tuo voto: Nessuno Media: 2 (1 vote)