Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Writer - Caratteristiche e Stili Comuni

a cura del Progetto di Documentazione OpenOffice.org

a cura del Progetto di Documentazione OpenOffice.org

1. Introduzione

Questo how-to presume che il lettore conosca alcuni termini comuni usati nelle applicazioni di Office Automation, quali, ad esempio, il clic con il tasto destro o sinistro del mouse, il cursore, gli elenchi a discesa e le finestre di dialogo. L'obiettivo di questo documento è di spiegare come lavora OOo Writer, attraverso alcuni semplici esempi di procedure o compiti atti a creare un documento di testo. Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono state verificate sulla versione di OOo Office per sistemi Microsoft Windows; nonostante ciò, sono, in molti casi, applicabili anche ad altre piattaforme.

Ora, prendiamo contatto per la prima volta con Writer: l'elaboratore di testi di OOo.

1.1 Iniziamo!

Dopo aver avviato Writer, selezionando la voce Documento di Testo nel gruppo OOo del Menù Avvio su un sistema Windows o eseguendo lo script soffice su Linux, dovreste vedere la finestra principale mostrata qui sotto:

Sono visibili 5 barre:

  • la Barra dei Menù che elenca i comandi in stile liste di scelta,
  • la Barra delle Funzioni che include icone per azioni comuni: apri file, salva documento, copia, taglia, incolla, ecc.,
  • la Barra degli Oggetti contenente icone per la formattazione del testo,
  • la Barra degli Strumenti, contenente strumenti specifici usati nella fase di digitazione per inserire campi, formulari, immagini e altri oggetti,
  • la Barra di Stato che visualizza informazioni: la pagina corrente, il modello corrente, la percentuale di zoom, la modalità di inserimento o di sovrascrittura, la modalità di selezione e la modalità hyperlink;

e anche 2 finestre fluttuanti:

  • lo Stilista. Usato per cambiare lo stile del testo con pochi click,
  • il Navigatore. Questo stumento è particolarmente utile nei documenti lunghi con molti capitoli, sezioni, immagini, ecc.

Se tali finestre fluttuanti non sono visualizzate automaticamente, potete richiamarle cliccando sull'icona del Navigatore icona Navigatore e sull' icona dello Stilista icona dello Stilista che trovate sulla barra delle funzioni.

Ricordate che per qualsiasi disastro possiate combinare nel vostro documento, sarete sempre in grado di ricaricarne l'ultima versione salvata attraverso il menù File, o di crearlo nuovo mediante uno dei seguenti modi:

  1. premete i tasti CTRL+N sulla vostra tastiera, (tenendo premuto il tasto CTRL, premete il tasto N),
  2. selezionate File-Nuovo-Documento di Testo dalla Barra dei Menù o cliccate sull'icona Nuovo Documento nella Barra delle Funzioni.

Ora, creiamo un documento di testo:

2. Digitazione e formattazione in un documento di testo OpenOffice.org.

Se avete già lavorato con un altro elaboratore di testi, non avrete alcun problema nell'acquisire le funzioni di base di OOo Writer. Infatti, molte azioni e scorciatoie comuni sono le stesse ampliamente implementate in altri ambienti Office. L'area del documento in cui digiterete il vostro testo è delimitata da una sottile linea grigia, il delimitatore di testo. Queste delimitazioni, chiamate margini, possono essere modificate in questo modo:

  1. cliccate sull'icona Modelli di Pagina Page Style icon nello Stilista,
  2. selezionate e cliccate con il tasto destro del mouse sullo stile Standard per visualizzarne il menù contestuale,
  3. scegliete Modifica... dal menù contestuale per visualizzare la Finestra di Dialogo Modello di Pagina,
  4. regolate i margini nella scheda Pagina.

Attenzione: Modificando lo stile della pagina Standard, ogni volta che creerete un nuovo documento, la vostra pagina avrà i margini regolati secondo i nuovi valori Standard appena inseriti. Se le regolazioni devono essere valide solo per un singolo documento, è meglio creare un nuovo stile di pagina, ripetendo la procedura appena vista, ma selezionando Nuovo... dal menù contestuale al punto 3 della lista su esposta. Verrà creato uno stile completamente nuovo e i nuovi margini saranno disponibili solo se applicherete questo stile ad una pagina.

Oltre a ciò, prestate attenzione a quando cambiate i margini del vostro documento, perché può succedere di regolarli oltre i margini dell'area di stampa della vostra stampante; se dovesse accadere, sarete avvisati da una finestra di dialogo che vi apparirà sullo schermo.

Il cursore lampeggiante vi mostra dove sarà inserito il testo durante la digitazione. Provate a digitare una frase come: Ciao Mondo! (È un classico, no?)

Sarà scritta con il carattere e lo stile preimpostato. Normalmente, se nel vostro documento, digitate del testo, quello già presente sarà spostato a destra dal nuovo inserimento. Tuttavia, questo comportamento potrebbe non essere necessario in alcune situazioni. Per esempio, se volete sovrascrivere alcune parole senza prima cancellare quelle esistenti, potere attivare la modalità sovrascrittura, cliccando su INSRT nella Barra di Stato. La dicitura nella barra di Stato cambierà in OVER. (la pressione del tasto "Ins" farà esattamente lo stesso.) Ora, qualsiasi cosa digitiate sovrascriverà il testo esistente nel vostro documento. Per ritornare alla modalità di inserimento, basta rifare click sullo stesso posto nella barra di Stato. In ogni nuovo documento, il cursore si trova nell'angolo superiore sinistro dello schermo. Se volete iniziare a scrivere in un altro punto del vostro documento in cui non avete ancora inserito del testo, avete 3 scelte:

  • Potete inserire molti ritorni a capo non necessari, premendo il tasto invio della vostra tastiera fino a che avrete raggiunto il punto desiderato. È una soluzione scomoda e poco professionale. Potete usarla solo se siete davvero molto, ma molto inesperti.
  • Potete cliccare sull'icona del Cursore Diretto Icona Cursore Diretto nella Barra Principale e attivare questa funzione. Questa icona è fissa, cioè, manterrà la sua funzione fino a che non sarà cliccata di nuovo. Muovendo il puntatore del mouse sull'area vuota del documento, noterete un triangolo blu sulla sinistra del cursore. Un altro clic e il cursore si metterà esattamente alla linea e alla posizione (sinistra, centro o destra) in cui si trova il triangolo.
  • Per ultimo, potete scegliere Inserisci-Cornice dalla Barra dei Menù per inserire una cornice di testo. Potrete collocarla e ancorarla in qualsiasi posto nel vostro documento.

Ovviamente, i documenti composti di sole 2 parole non sono certamente utili. Allora, digitate almeno 2 o 3 linee di testo, premendo il tasto INVIO sulla vostra tastiera solo alla fine del paragrafo. Avete creato un paragrafo. Digitatene un altro, così da ottenere un documento di 2 paragrafi. Ora forse, vorrete selezionare parte del testo digitato per eseguire alcune operazioni su di esso. Una selezione è una speciale evidenziazione del testo, che vi permette di determinare a quale parte del testo stesso verrà applicata una particolare operazione da voi eseguita. Di solito, il testo selezionato si presenta con le lettere in bianco su sfondo scuro. Potete selezionare attraverso uno dei seguenti modi:

  • selezione di una sola parola, cliccandoci sopra due volte.
  • selezione di una riga, cliccandoci sopra 3 volte.
  • selezione di più righe, cliccando all'inizio della parte di testo che volete selezionare e senza rilasciare il pulsante del mouse, trascinarlo fino a che avete raggiunto l'ultima parola da selezionare.
  • selezione di pezzi di testo non consecutivi. Selezionate semplicemente la prima porzione di testo e poi tenendo premuto il tasto CTRL, selezionate l'altra porzione.
  • selezione di tutto il testo premendo in sequenza i tasti CTRL+A sulla vostra tastiera. (Premete e tenete premuto CTRL e poi premete A.)

Suggerimento: un utilizzo poderoso della funzione di selezione è di combinarla con la funzione Cerca che potete richiamare con i tasti CTRL+B o cliccando sull'icona Cerca On/Off nella Barra Principale. Sull'elenco a discesa 'Cerca' nella finestra di dialogo che apparirà, potete inserire una parola da ricercare nel vostro documento. Cliccando sul pulsante Cerca tutto, verrà trovata ogni occorrenza di questa parola nel vostro documento, così sarete in grado di eseguire le azioni di formattazione o digitazione che desiderate. Prestate attenzione a dove cliccate perchè potreste cambiare la focalizzazione dalla finestra di dialogo Cerca a quella principale del documento. Se cliccate all'interno dell'area del documento, tutte le parole selezionate perderanno la selezione, costringendovi a ripetere la ricerca. Potete evitare questo fastidioso effetto cliccando all'interno della barra del titolo (la prima barra in alto che visualizza il titolo del vostro documento).

Su un testo selezionato, potete eseguire quattro operazioni principali: copiare, tagliare, cancellare e formattare. Se desiderate copiare sugli appunti una parte del testo selezionato, basta premere CTRL+C. Altrimenti, se desiderate tagliarlo e copiarlo negli appunti premete CTRL+X. Potete incollare il vostro testo dagli appunti premendo CTRL+V. Le scorciatoie da tastiera sono quelle tipiche e sono eseguibili anche dalla Barra delle Funzioni.

Anche la cancellazione su un testo selezionato è tipica di altri programmi per l'ufficio che potreste aver usato: basta premere il tasto Canc, la barra spaziatrice o digitare qualcosa per sovrascrivere la selezione. La formattazione in OOo, invece, è leggermente diversa da quella che siete abituati a vedere di solito. Infatti, ci sono due modi per formattare il testo in Writer:

  1. usare lo strumento messo a disposizione dalla Barra dei Comandi o dal Menù Formato,
  2. usare lo Stilista (vedi la prossima sezione.)

Per ora, analizzeremo solo il punto 1.

Potete iniziare a modificare un testo selezionato, cambiandone gli attributi di stile. Dopo aver selezionato ciò che desiderate cambiare, cliccate una volta sulle icone degli attributi Icone degli attributi nella Barra dei Comandi. Trasformeranno il testo selezionato (in sequenza da sinistra a destra) in Grassetto, Corsivo e Sottolineato. È possibile ottenere lo stesso risultato, usando le scorciatoie da tastiera:

  • CTRL+B per il grassetto,
  • CTRL+I per il Corsivo,

  • CTRL+U per il Sottolineato.

Si può ottenere una migliore selezione degli attributi di testo attraverso Formato-Carattere... o Formato-Paragrafo... dalla Barra dei Menù, in relazione alla porzione di testo che volete modificare. In OOo, avete a disposizione opzioni per modificare l'allineamento, il colore di sfondo o di primo piano del testo:

  1. Cliccate su una delle icone di allineamento icone di posizionamento sulla Barra dei Comandi per modificare l'allineamento del testo (allinea a sinistra, centrato, allinea a destra, o giustificato).
  2. Cliccate e tenete premuto per alcuni secondi su una delle icone del colore Icone colore sulla Barra dei Comandi per visualizzare una scheda dei colori dalla quale è possibile scegliere i colori desiderati.

Suggerimento: la scheda colori può essere trasformata in una finestra flottante, che rimarrà aperta fino a che non la chiuderete, cliccando sul pulsante di chiusura nell'angolo superiore destro della stessa. Per eseguire questa azione, ripetete il passo 2 della procedura appena mostrata sopra, cliccate e tenete premuto il tasto sinistro del mouse sulla barra del titolo della scheda colori, quindi trascinatela dove desiderate sull'area del documento e rilasciate il tasto del mouse. Questa operazione è comune ad altre finestre a discesa della Barra Principale.

Se avete eseguito tutte le procedure mostrate fino ad ora, avrete imparato a digitare e cambiare gli attributi principali del vostro testo. Tuttavia, talvolta i documenti necessitano di un aspetto completamente nuovo. Potete ottenerlo utilizzando un nuovo carattere o una nuova dimensione uniti agli attributi di evidenziazione di una sezione particolare del documento come: intestazioni, citazioni, commenti, e così via.

Normalmente, il carattere predefinito di un nuovo documento è "Thorndale" o " Times New Roman". Può accadere che non abbiate questi tipi di carattere installati nel vostro sistema o che non vi piacciano. Potete cambiarli scegliendo Strumenti-Opzioni dalla Barra dei Menù e dalla Finestra di Dialogo Opzioni che vi apparirà, scorrere giù fino a Documento di testo e quindi Caratteri standard (Occidentale). Qui, potrete cambiare i caratteri predefiniti per testo, intestazioni, elenchi, diciture e indici. Sfortunatamente, questa soluzione è davvero radicale, tanto che, cambierà i caratteri di ogni documento che creerete. Un metodo alternativo e migliore per ottenere lo stesso risultato è l'utilizzo dell'elenco a discesa Modifica Carattere e Dimensione situato sulla barra dei comandi.

Il primo mostra un'anteprima di tutti i caratteri disponibili nel vostro sistema. Per vedere l'intera lista, cliccate sul pulsantino con la freccia accanto alla casella di selezione. Il secondo mostra la grandezza del carattere, espresso in punti tipografici. Selezionate una parola o una parte del testo e cambiategli il carattere e la dimensione. Come appena descritto, è la via migliore e più veloce per creare intestazioni o altri effetti di testo particolari.

Solo per gli utenti Linux: OOo può usare i caratteri TrueType presenti nel vostro sistema e riesce a trattare anche altri tipi di caratteri che vorrete aggiungere in maniera indipendente, da altre applicazioni. Eseguite sotto utente root lo script spadmin che trovate nella cartella di installazione di OOo. Con questo strumento potrete aggiungere nuovi tipi di caratteri ed anche nuove stampanti.

3. Lo Stilista

Immaginate di aver scritto una composizione piuttosto lunga con molte sezioni e diversi stili di intestazione, e d'un tratto alle 4:55 del pomeriggio, arrivi il vostro capo ufficio e vi dica: "Preferisco l'Arial, rispetto al Verdana, nelle intestazioni e il Georgia, al posto del Times New Roman, per il testo normale. Per favore, cambiali prima di andare a casa..." Oh, si, avete 5 minuti per cambiare decine di intestazioni e di paragrafi!

Sarebbe come risvegliarsi da un incubo tremendo, se non aveste scritto il vostro testo con OOo. Infatti, in Writer, potete usare lo strumento Stilista per effettuare le vostre modifiche in modo veloce e preciso!

La finestra a scomparsa dello Stilista mostrata qui sotto può essere visualizzata in maniera predefinita, quando aprite un nuovo documento:

Finestra dello Stilista

Se non è visibile, cliccate sull'icona Stilista icona dello Stilista che potete trovare nella barra delle funzioni.

L'abbiamo già utilizzato per creare un nuovo stile di Pagina nella prima sezione. Ora, apprendiamo meglio il suo utilizzo.

La finestra dello Stilista è composta da una barra degli strumenti posta appena sotto la barra del titolo contenente 5 icone sulla sinistra per cambiare tra modelli diversi: Paragrafo, Carattere, Cornice, Pagina, e Modelli di Numerazione; in aggiunta altre 3 icone sulla destra che danno accesso a funzioni specifiche dello Stilista: Modo Riempimento, Nuovo Modello da Selezione, e Aggiorna Modello. Sotto a questa barra, c'è un'area con un elenco di tutti i modelli disponibili. Alla fine, nella parte inferiore, un elenco a discesa vi permette di scegliere filtri differenti per visualizzare, solo parzialmente, i modelli, ad esempio: 'Modelli di Capitolo' piuttosto di 'Tutti i modelli'. È presente anche il filtro 'Automatico'.

Dopo questa breve introduzione, possiamo riprendere gli esempi accennati all'inizio di questa sezione. Come possiamo cambiare tutte queste intestazioni e paragrafi in 5 minuti? Se avete utilizzato i modelli statici come descritto nella sezione 2, sarà praticamente impossibile. Quel tipo di modello è utile sole se dovete formattare 1 o 2 intestazioni o parole, niente di più. Con i modelli dello Stilista (chiamati anche 'modelli dinamici'), invece, avete l'opportunità di modificare parecchie sezioni di testo o anche un libro intero con pochi click del mouse. Vediamo come si fa:

  • Cliccate sulla prima icona, chiamata 'modelli di Paragrafo', per visualizzare tutti i modelli relativi ai paragrafi. Noterete che ci sono alcuni modelli pronti per l'uso.
  • Per utilizzarli sul testo che avete scritto, potete scegliere tra:
    1. selezionare il testo al quale volete applicare il modello, poi cliccare due volte su un modello elencato all'interno dello Stilista e quest'ultimo verrà immediatamente applicato
    2. cliccare una volta su un modello nello Stilista e poi cliccare di nuovo sull'icona Modo Riempimento icona Modo Riempimento . Questo strumento rimarrà selezionato fino a che non lo deselezionerete. Il cursore si modificherà in una linea verticale lampeggiante di colore grigio e il puntatore del mouse in un vaso di colore. Se cliccate all'interno di un paragrafo o di una intestazione, tutto il testo ivi compreso verrà modificato.

È facile capire che una composizione redatta con i Modelli è davvero molto semplice da modificare con altri modelli pronti all'uso contenuti nello Stilista. Naturalmente, gli sviluppatori di OOo non possono conoscere ogni desiderio di qualsiasi capo ufficio nel mondo; questo è il motivo per cui esiste una funzione molto pratica per modificare o personalizzare i modelli esistenti.

Per modificare un modello:

  1. Siate sicuri di aver selezionato un Modello di Paragrafo, quindi scegliete il modello desiderato cliccandoci sopra con il tasto sinistro. Sarà evidenziato.
  2. Poi, cliccate con il tasto destro sul modello selezionato per aprirne il menù contestuale e scegliete Modifica...
  3. Nella finestra di dialogo potete cambiare tutti gli attributi che desiderate.
  4. Cliccate su OK per confermare la vostra scelta o su Annulla per uscire senza cambiare nulla.

Suggerimento: se avete modificato direttamente un modello nel vostro documento (applicando un nuovo carattere, colore, dimensione, ecc.) potrete aggiornare il modello corrispondente incluso nello Stilista, così che ogni sezione formattata con quest'ultimo modello sarà automaticamente aggiornata. Per farlo:

  • selezionate il testo modificato e poi cliccate sull'icona Aggiorna Modello icona aggiorna modello sullo Stilista

o, in alternativa,

  • trascinate il testo selezionato e rilasciatelo su un modello nello Stilista. Sarà automaticamente aggiornato.

Per creare un nuovo modello:

  1. ripetete il passo 1 appena commentato. Ricordatevi che il vostro nuovo modello erediterà le caratteristiche di quello da voi selezionato, per cui ponete la dovuta attenzione nella scelta,
  2. cliccate con il tasto destro sul modello selezionato per visualizzarne il menù contestuale, quindi scegliete Nuovo...,
  3. digitate un nome per il nuovo modello nella scheda Gestione della finestra Modello Paragrafo che vi apparirà,
  4. selezionate il nome del modello seguente nel vostro documento, quello appena creato. Di solito, un modello di paragrafo è seguito dallo stesso modello, ma in certi casi, potreste voler adottare un altro metodo di esecuzione. Per esempio, dopo l'intestazione di un paragrafo, potreste desiderare un paragrafo di semplice testo o un modello di intestazione più piccolo. Se selezionate quel modello in questa finestra, rimarrà automaticamente selezionato fino a quando premerete il tasto invio sulla vostra tastiera. È un buon metodo per risparmiare tempo!
  5. fate tutte le altre variazioni che desiderate ai caratteri, tabulazioni, rilievo, colore di sfondo, ecc.
  6. confermate le vostre scelte premendo il tasto OK per chiudere la finestra di dialogo.

Suggerimento: un metodo tremendamente veloce per creare un nuovo modello è il seguente:

  • per applicare ad una parte di un testo già digitato nel vostro documento tutte le modifiche che desiderate nel nuovo modello,
  • selezionatelo evidenziandolo,
  • cliccate sull'icona Nuovo Modello dalla Selezione nello Stilista e digitate un nome per il nuovo modello nella finestra Crea Modello che apparirà.

Concludendo, il vostro documento sarà pronto in 5 minuti se:

  1. Cambierete i caratteri per paragrafo ed intestazione, modificando i modelli nello Stilista come appena spiegato. Tutti i paragrafi o le intestazioni formattate con lo stesso modello saranno automaticamente aggiornate!
  2. Nel caso in cui ci siano dei cambiamenti voluminosi e conseguentemente capi eccessivamente colmi di pretese, potete creare uno stile completamente nuovo e successivamente usarlo al bisogno attraverso il Modo Riempimento.

4. Aprire, salvare e stampare un documento di testo in OpenOffice.org

L'apertura, il salvataggio e la stampa di file sono operazioni molto comuni in un elaboratore di testi e perciò, devono essere davvero semplici ed accessibili. OOo vi offre parecchie altenative.

Quando desiderate aprire un documento, potete:

  • premere CTRL+O sulla vostra tastiera.
  • selezionare File-Apri dalla Barra dei Menù,
  • cliccare sull'icona Apri File open file icon nella Barra delle Funzioni.

In ogni caso, verrà visualizzata la Finestra di Dialogo Apri . Da qui potete cercare il file del documento che desiderate aprire.

Suggerimento: Le operazioni appena elencate sono valide solo se è già aperta una finestra documento di testo di OOo. Tuttavia, sarebbe davvero un inutile spreco di tempo aprire un documento vuoto per poter accedere ad un altro file; ecco perchè nella versione Windows di OOo è stato implementato un avvio rapido, il"Quick Starter". È un programma che viene eseguito al caricamento del vostro sistema e al quale si può accedere per mezzo dell'icona raffigurante una piccola farfalla, che potete notare nel lato inferiore destro del vostro schermo accanto all'orologio di sistema. Un doppio click su di esso e vi apparirà una Finestra di Dialogo Modelli e Documenti. Da qui, potrete selezionare un documento e aprirlo direttamente. Un click con il tasto destro sempre sull'icona della piccola farfalla, visualizzerà una semplice Finestra Apri File.

Invece, se desiderate salvare un documento, dovrete scegliere tra:

  • premere CTRL+S sulla vostra tastiera,
  • scegliere File-Salva dalla Barra dei Menù,

  • cliccare sull'icona Salva documento nella Barra delle Funzioni.

Ancora una volta, in ognuno di questi casi, verrà visualizzata la Finestra di Dialogo Salva con nome.

Attenzione: se il vostro documento non ha subito alcuna modifica dall'ultima volta che è stato salvato, l'icona salva documento non sarà operante (assumerà una colorazione grigia) icona Salva documento disattivata e non potrete salvarlo di nuovo, a meno che non scegliate Salva con nome.. .

Ora, vedremo come stampare i vostri documenti.

Siccome questo "Come si fa" è stato impostato su una configurazione Windows, le note seguenti conterranno la descrizione delle interazioni tra il sistema di stampa Windows e OOo. Se siete utenti Linux o Solaris, prendete in esame il vostro sistema di stampa per acquisire le informazioni necessarie su come aggiungere una nuova stampante e come usarla con OOo; in ogni caso, parecchie finestre di dialogo contenute in OOo sono similari in tutte le piattaforme.

Prima di stampare, dovete impostare la stampante predefinita. Scegliete File-Impostazione Stampante... dalla Barra dei Menù. La vostra stampante predefinita dovrebbe apparire sull'elenco a discesa denominato 'Nome' nella Finestra di Dialogo Impostazione Stampante che vi apparirà. Se non è installata, dovete uscire da OOo e impostare l'installazione utilizzando gli strumenti di installazione stampante forniti dal vostro sistema. Potrete cambiare alcune proprietà della vostra stampante, cliccando sul pulsante 'Proprietà'. Questa prima operazione deve essere effettuata una volta sola e la vostra stampante diverrà disponibile, con le impostazioni scelte, per tutte le applicazioni di OOo.

Dopo aver impostato la vostra stampante siete pronti per stampare; prima, però, è buona norma assicurarsi di come sarà il documento stampato, precedentemente alla stampa. Writer dispone di un'utile funzione di 'Anteprima pagina/stampa'. Selezionate File-Anteprima pagina/ Stampa dalla barra menù per entrare in modalità Anteprima di stampa. In questa modalità, non solo potrete vedere il vostro documento così come verrà stampato, ma potrete anche sfogliarlo 'pagina per pagina'. Potete anche vedere 4 pagine contemporaneamente, cliccando sull'icona Vista Pagina: quattro pagine vista pagina: quattro pagine che trovate nella barra degli Oggetti appena sopra la vista del vostro documento. Potete, inoltre, ingrandire o rimpicciolire utilizzando l'icona Zoom icona zoom . La modalità di anteprima non è importante solo per vedere com'è il vostro documento, ma diviene utilissima per risparmiare carta e di conseguenza, molti alberi! A questo scopo è preposta la funzione Stampa anteprima pagina stampa anteprima pagina , che vi permette di stampare esattamente ciò che state vedendo in Modalità Anteprima, che significa 2 o 4 pagine alla volta! Quando tutto è a posto nell'anteprima del vostro documento, potete stamparlo direttamente, cliccando sull'icona Stampa File direttamente Stampa file direttamente e terminare la Modalità Anteprima Pagina deselezionando l'icona Anteprima Stampa icona anteprima stampa nella Barra degli Oggetti o cliccando due volte sulla pagina dell'anteprima che visualizzerà di nuovo il documento nell'editor.

Se lo desiderate, potete effettuare gli ultimi ritocchi al vostro documento, prima di stamparlo utilizzando le seguenti opzioni:

  • premete CTRL+P sulla vostra tastiera,

o

  • selezionate File-Stampa... dalla Barra dei Menù.

Apparirà Finestra di Dialogo Stampa, nella quale potete scegliere quante e quali pagine volete stampare, come stamparle (se direttamente alla stampante o su file) e altre proprietà che potete trovare tramite il pulsante 'Extra...' posto sulla parte sinistra della finestra. Cliccando sul pulsante OK il vostro documento verrà inviato alla stampante o al file a seconda di cosa avete scelto.

5. Riconoscimenti

Autore : Gianluca Turconi
Ringraziamenti a : Richard Holt, fantastico proof reader e collaboratore di OOo
Integrazioni di : N/A
Ultima modifica : February 10, 2002
Contatti: Progetto di Documentazione OpenOffice.org http://whiteboard.openoffice.org/doc/index.html
Traduzione italiana : Giuseppe Celant

6. Licenza

Questo documento è rilasciato sotto i termini e le condizioni della GNU Free Documentation License

© 2002 Gianluca Turconi
© 2002 Giuseppe Celant

Nessun voto finora

Commenti

problema con word

buonasera, ho una domanda. Stavo scrivendo un testo su word quando a un certo punto è successa una cosa strana: quando seleziono le parole col mouse per sovrascriverci qualcos'altro, questo non accade più. Quello che scrivo semplicemente compare davanti alla parola selezionata, sulla quale non posso più sovrascrivere, nè posso cancellarla selezionandola e usando la freccia grande sopra INVIO, ma solo usando CANC.

Come posso fare a sovrascrivere di nuovo?

Grazie

Fiammetta