Attenzione: la notizia è stata inserita da oltre 1 anno, le informazioni in essa contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Dossier IT SECURITY

Lo stato dell'arte della sicurezza informatica:convivere con il rischio per ridurlo
La prevenzione e le appliance portano a un approccio semplificato e integrato contro le minacce, ma la sicurezza totale non esiste e la vera sfida si sposta verso la capacità di gestirla e di farne uno strumento anche di business
Cresce tanto il bisogno di sicurezza. Con esso cresce il mercato dell'Ict Security, non solo in termini di volumi, ma anche nelle sue dimensioni orizzontali, andando a integrarsi con altri segmenti di mercato e sviluppandone di nuovi. È evidente che si deve innalzare anche il livello delle soluzioni e, soprattutto, delle strategie rivolte alla sicurezza aziendale, affinché possano abbracciare contesti sempre più ampi, con una decisa tendenza all'integrazione della sicurezza fisica (da anni radicata in azienda) e di quella logica (molto sottovalutata in passato).
Alle imprese si richiede, dunque, di acquisire una visione più elevata. La sicurezza va approcciata non solo con sistemi olistici, ma anche con un orientamento al business. Questo significa considerare la sicurezza, informatica e non, come uno strumento per il business e non come un semplice problema da risolvere. Ecco che la sicurezza, fino a un recente passato (ma tuttora presso molte imprese, soprattutto in Italia) interpretata quale semplice strumento di protezione, è diventata un sistema critico da gestire e sta trasformandosi, o lo farà, in un elemento di supporto per il governo dell'impresa.
Maggiori dettagli

Nessun voto finora