Attenzione: la notizia è stata inserita da oltre 1 anno, le informazioni in essa contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

BITTORRENT: NON SOLO FILM E CANZONI….

L’esclusiva Università statunitense di Harvard è stata vittima di un clamoroso furto di notizie personali dei propri studenti.L’astuto furfante, piuttosto che infrangere il vetro della finestra dalla quale irrompere nella segreteria dell’ateneo, si è avvalso di un piede di porco digitale per scardinare le misure di sicurezza del server web della facoltà delle “Arti e Scienze” e, comodamente seduto su una poltrona davanti ad un monitor, ha fatto incetta del prezioso contenuto del database.Dai preliminari accertamenti, sembrava emergere che si fosse trattato semplicemente di una bravata, tuttavia le successive indagini, purtroppo, hanno dimostrato come, invece, l’intrusione avesse permesso l’accesso anche a informazioni decisamente riservate.A cura di Davide Mancini, ispettore della Guardia di Finanza, responsabile dell’Unità Computer Forensic del GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche
Articolo integrale su datamanager.it

Nessun voto finora