Attenzione: la notizia è stata inserita da oltre 1 anno, le informazioni in essa contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

DRIVE BY PHARMING

Tempi sempre più duri si prospettano per chi non può fare a meno di utilizzare i servizi on-line offerti dal proprio istituto bancario.La novità - che probabilmente presto prenderà piede - allo stato riguarda solamente i cyber-correntisti col sombrero, considerato che ad essere interessata è proprio una non meglio identificata banca messicana.L’insidia è camuffata in un classico messaggio di posta elettronica.Una volta visualizzato, un tag HTML, presente all’interno, piuttosto che mostrare un’immagine, va a manomettere il router dell’ignaro destinatario. Questa alterazione andrà a modificare la configurazione del DNS dell’apparato... A cura di Davide Mancini, ispettore della Guardia di Finanza, responsabile dell’Unità Computer Forensic del GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche
Articolo integrale su datamanager.it

Nessun voto finora