Attenzione: la notizia è stata inserita da oltre 1 anno, le informazioni in essa contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

CIPOLLA E PRIVACY

La solidità di TOR sembra essere stata minata: un hacker svedese ha dichiarato di essere riuscito a carpire un migliaio di account di posta elettronica e relative credenziali in uso ad ambasciate e ad altri enti governativi e non. Il paradosso è che sembrerebbe aver sfruttato proprio TOR: avrebbe monitorizzato cinque macchine sparse in Rete sulle quali era preventivamente installato l’applicativo! A cura di Davide Mancini, ispettore della Guardia di Finanza, responsabile dell’Unità Computer Forensic del GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche
Articolo integrale su datamanager.it

Nessun voto finora