Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Creare una maschera di contrasto con Gimp (parte 3)

Il testo e le immagini sono Copyright (C) 2002 Eric R. Jeschke (eric@redskiesatnight.com) e non possono essere utilizzati senza il consenso dell'autore. Il tutorial originale può essere trovato QUI.


Sommario:


Ultimi ritocchi
La maschera di contrasto è stata creata, adesso è tempo di rifinirla. Ecco alcune cose che puoi fare:
  • Usare lo slider "Opacità" nella finestra di dialogo livelli per diminuire l'effetto complessivo della maschera di contrasto.
  • Applicare i Livelli o le Curve alla maschera di contrasto per illuminare le ombre o ridurre le luci.
  • Applicare gli strumenti Scherma e brucia alla maschera di contrasto.
  • Applicare una maschera di livello alla maschera di contrasto e usala per selezionare solo alcune parti della maschera di contrasto, per es. se vuoi correggere con la maschera di contrasto solo alcune zone dell'immagine (vedi il mio esempio più in basso).
Suggerimenti
  • Guarda questo articolo per altri test chiarificatori sugli effetti della sfocatura Gaussiana sulla maschera di contrasto.
Altri esempi

L'immagine originale.

Con una maschera di contrasto come descritta sopra. Nota come il cielo abbia recuperato un po' di blu, e i dettagli sotto l'albero siano visibili!

 

Ecco un esempio di come questa tecnica si sovrapponga con quella del filtro digital split ND. Quale preferisci?

L'immagine originale.

Con una maschera di contrasto come descritto sopra.

Con un filtro digital split ND.

Con una maschera di contrasto come descritto sopra, più una maschera di livello con un riempimento gradiente, in questo modo la maschera di contrasto è applicata esclusivamente alla zona inferiore delle colline.

Nota in particolare il cambiamento nel colore delle colline e delle parti chiare del cielo appena sopra le colline, nell'immagine che fa uso della maschera di contrasto (terza immagine partendo dal basso). Questo mostra come una maschera di contrasto riguarda tutte le parti dell'immagine, a meno che non elimini parti della maschera, come ho fatto in nella prima immagine sopra, salendo dal basso. Nota anche che con il filtro split nd (seconda immagine dal basso) sono stato capace di schiarire di più il primo piano; posso applicare una generale regolazione coi livelli alla mschera di contrasto per ottenere lo stesso risultato, ma ci vuole più lavoro. Ciò mi porta ad una conclusione: la tecnica del filtro split ND è il modo più facile quando sei già soddisfatto di metà immagine, la maschera di contrasto è invece un miglior punto di partenza se è l'intera immagine che ha bisogno di una riduzione del contrasto sia dal lato scuro che quello chiaro.

 

<-- Torna alla seconda parte
 
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (5 voti)