Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Writer - Inserire note a piè di pagina e di chiusura

Ecco come utilizzare un sistema molto utile per rendere i nostri documenti più ricchi.

Introduzione

Prerequisiti: buona conoscenza degli modelli (o stili)
Altre: Di questo documento è anche disponibile anche una versione swx

Spesso scrivendo un testo può nascere l'esigenza di commentare alcune parti del testo come parole, paragrafi od altro senza per questo appesantire il testo con digressioni superflue: in questo caso si può ricorrere alle note a piè di pagina e alle note di chiusura. Le prime vengono normalmente poste in fondo alla pagina in cui si trova il rimando, ma possono trovarsi anche in fondo al documento mentre le seconde si trovano esclusivamente in coda al testo. Ecco un semplice esempio di note a piè di pagina:

Creazione

La creazione delle note è abbastanza immediata: basta porre il cursore nella posizione in cui si vuole crearla e scegliere dal menù Inserisci -> Nota a piè pagina... oppure i pulsanti appositi, rispettivamente, per piè di pagina e di chiusura:

Se abbiamo scelto il menù avremo questa finestra:

attraverso la quale potremo decidere il tipo di nota, a piè di pagina o di chiusura, e il tipo di numerazione: Automatico, se vogliamo che alla nota venga applicata la stessa numerazione delle altre note o Carattere se vogliamo invece assegnarle un simbolo specifico. Nella maggior parte dei casì andrà bene Automatico. Nel caso avessimo scelto i tasti verrà automaticamente inserita la nota senza chiederci niente.

Caratteristiche delle note

Quando il documento viene letto on-line potremo spostarci tra testo e nota semplicemente cliccando sul carattere di numerazione della nota (questa funzione è attiva solo se si è in modalità Hyperlink, notare se sulla barra di stato è presente la parola HYP). Per tornare al testo dovremo cliccare sul carattere di numerazione che precede la nota. Se, invece, non sopportiamo spostarci tra una zona e l'altra del documento sarà sufficiente soffermare il cursore del mouse sull'indicatore della nota nel testo principale per qualche istante per far comparire il testo della nota stessa.

Modifica e eliminazione delle note

Per cambiare il contenuto della nota è sufficiente spostarsi sul testo della nota e cambiarlo come se fosse del testo tradizionale. Per eliminarla basta cancellare l'indicatore del rimando alla nota dal testo principale. Se invece si vuole cambiare la tipologia di nota o di numerazione bisogna porre il cursore prima della note e scegliere dal menù Modifica -> Note a piè di pagina. Ricomparirà la stessa finestra incontrata nella creazione della nota con due frecce per spostarsi tra le note.

Modifica delle impostazioni generali

Finora abbiamo visto come usare le note in maniera semplice, ma se vogliamo approfondirne l'uso per modificarne il loro aspetto finale dobbiamo introdurre due finestra di configurazione. La prima la troviamo in Strumenti -> Note a piè di pagina...

e ci permette di cambiare alcune caratteristiche delle note (le modifiche varranno per tutte le note che abbiamo inserito scegliendo la tipologia di numerazione “Automatico”), come ad esempio:

  • i caratteri da usare per la numerazione
  • la posizione delle note (in fondo alla pagina o in fondo al documento)
  • gli stili da utilizzare per le note e l'apice che rimanda a esse
  • infine, è possibile anche inserire delle avvertenze che verranno inserite se le note continuano oltre la pagina in cui sono state inserite. Caso frequente se è stata impostata un'altezza massima per le note (vedi oltre). Classiche avvertenze possono essere: “segue alla pagina successiva” oppure “continua dalla pagina precedente”.

 

Suggerimento
L'uso delle note di chiusura dovrebbe essere riservato al caso in cui vogliamo usare anche quelle a piè di pagina. Infatti se ci interessa solo porre le note al termine del documento possiamo usare sempre quelle a piè di pagina e cambiare le impostazioni generali per farle apparire in fonfo al documento. In questo modo, volendo, potremmo facilmente trasformarle in note a piè di pagina classiche.

Suggerimento 2
Tra le impostazioni possiamo anche cambiare lo stile associato alle varie zone delle note: ovviamente, oltre che cambiare gli stili associati, possiamo anche modificare gli stessi stili per uniformare l'aspetto di tutte le note riguardo colore, dimensione, allineamento, ecc... (per una introduzione all'uso degli stili potete leggere questo tutorial).

L'altra la troviamo modificando il modello di pagina che stiamo usando, se non abbiamo fatto modifiche sarà Default:

In questa finestra potremo configurare diversi aspetti tra cui:

  • lo spazio massimo destinato alle note in una pagina (Area note a piè di pagina)
  • lo spessore, la posizione e la lunghezza della linea che separa il testo principale dalle note (Linea di separazione)

Queste sono le caratteristiche principali delle note. Non vi resta altro da fare che esercitarvi un po' con Openoffice.org.

Crediti

Autore: Mike Vargas
Contatti: http://www.volalibero.it/
Data ultima modifica: 15 settembre 2003

Licenza

Questo documento è pubblicato sotto i termini e le condizioni della GNU Free Documentation License.
© 2003 Mike Vargas

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)