Attenzione: l'articolo è stato scritto da oltre 1 anno, le informazioni in esso contenute potrebbero essere datate e non più attuali.

Editor HTML con linux

Chi si è avvicinato a Linux e, più in generale, al mondo Opensource ha scoperto suo malgrado la mancanza di software semplici da usare per la creazione di pagine web.

Esistono da anni numerosi editor capaci di assistere un utente nella scrittura di codice html, ma chi gestisce qualche pagina per il proprio sito personale e ha scarse conoscenze di html difficilmente riusciva a fare qualcosa di produttivo. Negli ultimi tempi però agli editor testuali diventati sempre più semplici da usare si sono affiancati anche dei validi editor visuali. In questa breve panoramica tenterò quindi di mostrarne pregi e difetti.

Nvu

Qualche mese fa la Linspire ha lanciato il progetto Nvu: un editor HTML opensource WYSIWYG (cosa vedi è ciò che ottieni) per Linux e Windows. Il progetto non parte da zero ma si basa su Mozilla Composer e, infatti, lo sviluppatore capo è proprio il creatore di Mozilla Composer. In questo momento la versione disponibile è la 0.2. Io ho fatto delle prove con la 0.1 e devo ammettere che il programma è stabile e tutto sembra funzionare bene. Qualche comando sembra non reagire per niente, ma sono piccoli peccati di gioventù che sicuramente scompariranno presto. Tra le caratteristiche positive mi ha impressionato la comodità dell'editor di CSS.
Se cercate di scaricare il programma dal sito troverete una nota che vi avviserà che il programma funziona con sistemi con gcc 2.9x. Sul numero di aprile di Linux Magazine ci sono degli accorgimenti a cura di Andrea Cavaleri che permettono di farlo girare anche su altre distribuzioni come Mandrake, lanciate come root i seguenti comandi:

ln -s /usr/lib/libstdc++.so.5 /usr/lib/libstdc++.so.3
ln -s /percorso/verso/nvu/lib* /usr/lib/

Editor HTMl nvu
Screenshot Nvu

Mozilla Composer

Su Mozilla Composer c'è poco da dire nel senso che valgono a grandi linee le cose dette per Nvu.

OpenOffice.org

Non l'ho mai usato per creare documenti HTML anche se in rete mi è capitato di imbattermi in pagine personali fatte con questo editor. Il codice mi sembra molto sporco e caotico ma per qualche paginetta on-line può andare anche bene soprattutto se non conoscete assolutamente niente di HTML.

Quanta

Quanta è l'editor che uso più spesso. A differenza dei programmi precedenti è essenzialmente un editor testuale anche se nelle ultime versioni (3.2) ha aggiunto la possibilità di modificare il documento in maniera visuale, ma siamo ancora lontani da un sistema WYGIWYS soprattutto a causa del fatto che non vengono visualizzati correttamente i CSS.
Quanta è un programma estremamente facile da usare grazie all'autocompletamento dei tag, ai wizard, ai pulsanti presenti sulla barra degli strumenti, la possibilità di gestire progetti, la creazione di pagine html, php, xml e con il supporto a diversi doctype, l'integrazione di plugin esterni come Kimagemap (mappe html), Kompare (confronto file), Gubed (debugging PHP) e molto altro.
Con qualche accorgimento è anche possibile gestire siti basati su modelli (gli stessi di Dreamweaver versione 4) attraverso lo script dwt.pl
Per i più smanettoni vi è poi la possibilità di creare script, usare programmi esterni, creare barre degli strumenti personalizzate e altro.

Editor quanta vpl
Quanta in versione visuale VPL

Bluefish

Leggendo in giro Bluefish è l'editor più usato dai duri e puri dello sviluppo Web (se si esclude VI). Ha molte delle caratteristiche viste per Quanta ma manca di uno strumento molto comodo come l'autocompletamento.

Screem

Anche questo programma è un editor molto evoluto, tra le caratteristiche di spicco vi sono numerosi wizard per le funzioni più disparate, la capacità di gestire siti, l'uso dei template come Dreamwaver e la capacità di aggiornare / modificare un link in tutto il progetto con un comando. Non c'è male se non fosse per qualche crash di troppo che mi impedisce, di fatto, di usarlo per più di qualche minuto. Spero che a voi vada meglio :)

Conclusioni

Nonostante i pro e i contro delle varie applicazioni credo che ormai anche per i meno ferrati non ci siano motivi per non utilizzare Linux e/o i prodotti Opensource per la creazione di pagine web.

Argomenti correlati sul sito...

... e sul web

Nessun voto finora

Commenti

  Personalmente per

 

Personalmente per programmare, con "link a DB" e quant'altro utilizzo Eclipse (con tomcat/apache e mysql, per esempio.. supporto a cvs ed svn.. e così via) e, ad esempio, Zend Studio (con eventualmente il framework zend), che sono IL MEGLIO per lo sviluppo.

Per scrivere codice velocemente, chi conosce Notepad++ e viene da lì, può tranquillamente usare Geany e si troverà benissimo.

Per il visuale, consiglierei Amaya (disponibile sul sito del w3c)

ah, leggermente ot, ma chi programma spesso lo usa, per total commander, il sostituto è gnome commander o double commander

Grazie per i suggerimenti

Grazie per i suggerimenti

Cercavo da un po' una risposta alla domanda: DW e' solo?

 E' solo da ottobre che ho cominciato ad interessarmi al webmastering.

Ho iniziato anche un corso che durera' 5 mesi sul suddetto argomento.

Premetto di essere un MacHead, di aver vissuto in Uk (dove la grafica ed i mac sono molto utilizzati) per quasi 6 anni, e di aver avuto esperienze lavorative di mero lavoro di ufficio e di non aver mai pensato di passare a windows, principalmente perche' non mi fido.

Poche settimane fa ho installato ubuntu su un vecchio portatile di mia madre e sono rimasto sorpreso da come sia ben organizzato e gratis ,-)

Mi son chiesto a lungo quali applicazioni fossero state realizzate per fare web con linux, e grazie a voi ora ne so qualcosa di piu'

Grazie e in bocca al lupo per tutto.

MacBear

 

Utilizzo di applicativi di web editing su linux

Non sono affatto d'accordo con questo articolo e le sue conclusioni.
A chi come me nasce come utente/sviluppatore in ambiente Microsoft ed è poi migrato su Linux capita molto spesso di avere a che fare con programmi Open del tutto simili o spesso migliori di quelli disponibili per Windows basti pensare, ad esempio, alla suit OpenOffice paragonata con MS-Office.
Tuttavia questa mia premessa non è ancora attuabile allo sviluppo di pagine web, nessuno degli applicativi descritti in questo articolo, o in generale disponibili sulla rete, è minimamente paragonabile a Dreamwaver, ancora oggi esso risulta essere una delle migliori soluzioni per lo sviluppo web esistenti sul mercato sia in termini di semplicità d'uso che di strumenti messi a disposizione.
Spesso infatti i programmi open hanno grossi problemi di funzionamento o non prevedo semplici e basilari strumenti di sviluppo come la possibilità di creare un collegamento ad un DB tramite interfacce grafiche.
Per tali motivi è mia opinione che non sia ancora possibile (purtroppo)abbandonare del tutto degli strumenti di sviluppo su piattaforma microsoft in favore di quelli su piattaforma Linux
ciao

Alessandro

gubed tutorial

a tutorial "Debugging PHP scripts with Quanta Plus and Gubed PHP Debugger" can be found here:

http://www.very-clever.com/quanta-gubed-debugging.php